Questo è il sito cristallizzato a come era il 26 Giugno 2006, giorno in cui la riforma fu bocciata dal popolo Italiano.
Il sito attuale è www.laCostituzione.it


si scrive www.laCostituzione.it ma si legge viva, viva, viva laCostituzione italiana

 

finalmente qualche obbligo e responsabilitÓ anche per i parlamentari!

Continuate a dire che questa riforma...aumenta sempre più...i lavori di voi parlamentari....ma non vi siete mai chiesti in questi anni noi cittadini italiani quanto abbiamo lavorato di più per arrivare a fine mese? Ora con questa riforma...almeno avete qualche obbligo e responsabilitÓ anche voi!!

Stefano
19 Giugno 2006

risposta di Emanuele

Quanta carica, Stefano!
Però:
  1. Io personalmente non sono parlamentare
  2. I parlamentari non sono scrocconi mantenuti a sbafo dal popolo ma i rappresenti in Parlamento del popolo che li elegge, quindi non sono da maltrattare per principio preso.
  3. Non ho sentito alcun parlamentare lamentarsi che la riforma ne aumenta il carico di lavoro
  4. E' la prima volta che sento dire che la riforma aggiunge obblighi e responsabilità ai parlamentari. Mi spieghi la tua affermazione? In quale articolo modificato o aggiunto vengono definiti ulteriori obblighi e responsabilità dei parlamentari?
Grazie per aver scritto,
Emanuele

 



Questa pagina è scritta in XHTML 1.0!__ Questo pagina usa CSS validati__ Questa pagina segue le regole W3C WCAG P3 (AAA)__ I metadati sono scritti seguendo lo standard Dublin Core Metadata Initiative
Questa pagina segue le regole W3C WCAG P3 ma l' accessibilità è un argomento molto vasto: fammi sapere ogni problema di accessibilità che riscontri