Questo è il sito cristallizzato a come era il 26 Giugno 2006, giorno in cui la riforma fu bocciata dal popolo Italiano.
Il sito attuale è www.laCostituzione.it


si scrive www.laCostituzione.it ma si legge viva, viva, viva laCostituzione italiana

 

i grandi statisti si stanno rivoltando nella tomba

La lotta contro il nazi-fascismo sarebbe buttata alle ortiche con questa riforma che vuole legalizzare la dittatura.

I padri costituenti la hanno scritta per essere durevole ma non immutabile, ma oggi De Gasperi, Togliatti, De Nicola e i grandi statisti si stanno rivoltando nella tomba per questo vero e proprio stupro legalizzato.

Per i fascisti in doppiopetto sarÓ una nuova Caporetto!

firmato: vorrestis@per.lo

risposta di Emanuele

Parlare di dittatura come conseguenza necessaria ed inevitabile della nuova Costituzione è secondo me esagerato.

Vero è che la nuova Costituzione accentra i poteri nelle mani di un singolo, ma è anche vero che la dittatura per instaurarsi ha bisogno di aiuti esterni.

Difese contro le dittature sono la libertà di stampa, la pluralità dei mezzi d'informazione, l' autonomia delle istituzioni, il senso civico dei popoli e dei loro rappresentanti politici...

A ben vedere queste difese sono piuttosto gracili in Italia, oggi forse ancor più di quanto lo furono nel '22, ma non voglio neppure pensarci!

P.S.
A proposito del 1922, in quell' anno si impose il fascismo, ma la disfatta di Caporetto fu durante la grande guerra (1915-1918). Quindi per nessun fascista potrà mai esserci una nuova Caporetto



 



Questa pagina è scritta in XHTML 1.0!__ Questo pagina usa CSS validati__ Questa pagina segue le regole W3C WCAG P3 (AAA)__ I metadati sono scritti seguendo lo standard Dublin Core Metadata Initiative
Questa pagina segue le regole W3C WCAG P3 ma l' accessibilità è un argomento molto vasto: fammi sapere ogni problema di accessibilità che riscontri